CLIPPER RACE BLOG 19: Spettacolare – non c'è altra parola per questo!

SPETTACOLARE!

Non ho trovato altre parole per descrivere questa traversata transatlantica. Dall'inizio alla fine la gara è stata assolutamente spettacolare.

New York è stata un'assoluta delizia. Ho avuto la fortuna di ospitare mia moglie e la mia famiglia per un paio di giorni, il che porta sempre una sferzata di energia. L'energia di cui avevo decisamente bisogno per l'imminente tappa finale di questo viaggio intorno al mondo.

La cerimonia di partenza è stata strepitosa con le barche che sfilavano davanti a Manhattan e alla Statua della Libertà. La parte migliore per me è stata che questa è stata l'ultima volta che ho dovuto dire addio al mio amore. La prossima volta che li vedrei sarebbe al nostro arrivo a Liverpool. Stare lontano dalla famiglia e dagli amici è stata sicuramente una delle sfide di questa avventura e non vedo l'ora di riunirmi con loro e condividere tutto ciò che ho vissuto e imparato durante questo viaggio epico.

Sembra che questa gara fosse pensata solo per essere speciale. Quando abbiamo lanciato la partenza di Le Mans appena fuori dallo schema di separazione del traffico, ci siamo presto resi conto che, nonostante avessimo lasciato gli spettatori a terra, avremmo avuto un altro tipo di spettatore a mandarci via. Circa 20 balene (credo megattere) ci hanno dato abbastanza spettacolo mentre lanciavamo questa traversata transatlantica. Semplicemente mozzafiato!! Infatti, inaspettatamente questa è stata una delle traversate dove abbiamo visto più fauna marina; megattere, globicefali, delfini.

Una volta in gara, le strategie presto divisero la flotta. Un gruppo è andato a nord e ha seguito la zona di esclusione del ghiaccio (la spiaggia), alcuni sono andati molto a sud per seguire le correnti del golfo. Insieme a Logistica PSP giocando la sua carta jolly (raddoppiando i loro punti gara) e la classifica generale, li abbiamo tenuti d'occhio e Qingdaomentre stanno cercando di colmare il divario dietro di noi.

Fortunatamente, il tempo non è mai stato così freddo... beh, faceva freddo, ma mi aspettavo più fresco. Per tutta la gara abbiamo sperimentato l'intera gamma di condizioni; sopravento, sottovento, vento forte, vento più leggero, è stata una regata molto completa. Probabilmente ormai hai capito che AMO gareggiare e le mie gare preferite sono quelle con cui combattiamo testa a testa e questa era una di quelle. Mi sono davvero sentito nel mio elemento. Abbiamo combattuto con Nasdaq Liverpool 2018all'inizio della gara e finire con battaglie contro Unicef Garmin.

Quello che mi è piaciuto di più di questa gara è che sono stato in grado di supportare Nikki e di essere coinvolto nella strategia della gara. Abbiamo avuto molti scambi a riguardo e analizzato molti scenari. Sul ponte, le cose stavano semplicemente scorrendo bene. I neofiti erano motivati, curiosi e mostravano un desiderio di imparare ed eccellere raramente visto prima.

Naturalmente, abbiamo avuto alti e bassi per tutta la gara. Ricordo quando dovevamo decidere se andare o meno al cancello del punteggio, le opinioni differivano fortemente e tutti avevano il loro contributo. Alla fine della giornata, sembra che il vento abbia risposto a questa domanda per noi. Poco dopo stavamo combattendo duramente per cercare di passare Unicef per arrivare ma non riuscivo a stare al passo con loro. Erano così veloci e stavano facendo tutto bene. La frustrazione e la tensione si sono accumulate a bordo e abbiamo iniziato a commettere un po' più di errori, il che ci è costato uno spinnaker che il nostro fantastico team di riparazione delle vele è riuscito a riparare dopo 36 ore di duro lavoro. Ma presto ci siamo resi conto che, nonostante tutto, eravamo ancora in un'ottima posizione in classifica; 2°. Avevamo bisogno di cambiare le cose e tornare a un ambiente più positivo e costruttivo, cosa che abbiamo fatto.

Con il rischio di essere catturati da un fronte ad alta pressione proveniente da dietro mentre ci avvicinavamo all'Irlanda, abbiamo continuato a spingere fino alla fine. Siamo riusciti a passare Unicef negli ultimi giorni di gara e sono arrivato a malapena al traguardo quando il vento è calato e la marea è diventata una vera sfida.

Con questa terza vittoria alle spalle, molti hanno iniziato a dire che ci piace scegliere dove vincere perché l'accoglienza che abbiamo ricevuto a Derry-Londonderry è stata assolutamente fantastica con centinaia di persone lungo la riva che ci aspettavano.

Con questi risultati sorprendenti ora siamo seduti al 2° posto assoluto, a pari merito Qingdaoe chiudere il divario con Costa della serenità di Sanya.Con il nostro jolly (raddoppio dei punti gara) ancora da giocare nella gara finale da Derry-Londonderry a Liverpool, tutto è possibile e non importa quale sia il risultato finale, avremo qualcosa di straordinario.

Non vedo l'ora di raccontarvi tutto nel mio prossimo blog.

Saluti

Simone