Hattie Rogers - Marlow Ropes Ambassador

Marlow celebra gli innovativi ambasciatori della vela per la Giornata internazionale della donna 2023

In questa Giornata internazionale della donna, Marlow celebra alcune delle principali veliste con cui siamo orgogliosi di lavorare mentre continuano a superare i limiti sia del loro sport che dei loro risultati personali. 

Abbiamo chiesto a quattro dei nostri ambasciatori di diverse discipline veliche quali sono stati i momenti salienti della loro carriera, il significato del loro successo e le donne che a loro volta li hanno ispirati durante i loro viaggi. 

Ecco una panoramica di alcune delle atlete ispiratrici a cui Marlow è orgogliosa di essere associata.  

PIP LEPRE 

Credito immagine: Richard Langdon

Aspettative deluse nel 2020 Globo della Vandea, Pip è diventato l'8th donna che finisca mai la corsa. Ora si sta preparando per la Vendee del 2024 con un nuovo IMOCA foiling. Marlow Ropes è il fornitore di corde di Pip dal 2019. 

Quali sono stati i momenti salienti della tua carriera fino ad oggi? 

Probabilmente quattro di loro…..

1. Arrivare alla linea di partenza della Vendee Globe Race nel 2020, contro tutte le probabilità di essere iniziata nel 2019 senza finanziamenti, senza squadra e meno di due anni per metterla insieme.

2. La mia prima posizione tra 15th nell'Oceano Antartico nella gara Vendee Globe del 2020. Alla fine ne ho finiti 19th dopo aver rotto il timone poco prima di Capo Horn. Ma ero sulla seconda barca più vecchia della flotta ed è stato divertente ed emozionante spingere così forte.

3. Finitura 8th nella classifica generale IMOCA nel 2023, dopo il mio primo anno su una barca foiling. È andato oltre le mie aspettative ed è stato un grande risultato per me come velista e per noi come squadra. 

4. Un risultato poco noto, ma faccio parte dell'unica squadra che abbia mai terminato la regata in barca a vela 3 Peaks in doppia mano. La regata si svolge da quasi 50 anni ed è normalmente competitiva da squadre di cinque persone con due corridori e tre marinai. In coppia con il mio co-skipper Charles Hill, abbiamo terminato la regata in 3rd avvenuto nel 2017, risalendo tutte e tre le vette e navigando tra di loro. Nessuno sapeva se fosse possibile farlo. Ce l'abbiamo fatta. Nessuno lo ha più fatto da allora. È stata una prima mondiale.


Cosa significa per te essere una donna di successo nel tuo sport?


Quando sono in acqua, non rifletto affatto sul mio genere. Sono solo un marinaio. Sto praticando lo sport che amo e mi sto adattando per navigare sulla mia barca in un modo che funzioni per me. Come facciamo tutti. Noto il mio genere solo quando torno sulla terra e poi mi rendo conto di essere in minoranza. È sempre stato difficile per me, in quanto velista, convincere gli altri che ho le mie capacità e che posso esibirmi ad alto livello.  

È difficile quando solo guardandoti la gente giudica che potresti essere abbastanza bravo per correre o vincere. Ho lottato per raggiungere i vertici della mia disciplina, ho creato le mie opportunità quando gli altri non erano disposti a offrirmele. Ma devo ancora continuare a combattere le idee sbagliate su chi sono e cosa posso fare. La mia tregua è sull'acqua, dove posso mostrare le persone nel bene e nel male. Una volta che sono in acqua nessuno può fermarmi. 

Che messaggio hai per le giovani donne che desiderano entrare nella vela competitiva? 

Tu appartieni.

A quali altre veliste ammiri o a cui ti ispiri? 

Inizialmente mi sono ispirato a Isabelle Autissier, una velista solitaria francese di cui ho letto da adolescente e che mi ha fatto credere che anch'io avrei potuto partecipare al mondo delle regate oceaniche. Penso che l'impatto che Ellen MacArthur ha avuto sul mondo della vela sia stato enorme, per un breve periodo di tempo ha avuto l'intera nazione concentrata sulle sue gare da record e non importava che fosse una donna. Era una marinaia britannica di cui eravamo tutti orgogliosi. Samantha Davies è sempre stata una persona che ho ammirato, ha una lunga carriera e ha dimostrato al mondo che le donne possono essere madri, così come veliste offshore professioniste. Nel mondo costiero abbiamo talenti rivoluzionari in Hannah Mills e Hattie Rogers.  

Ma mi ispirano anche le tante donne che vengono e mi raccontano le loro storie di vela. Spesso sono donne anziane che hanno impiegato un po' di tempo per acquisire la sicurezza necessaria per prendere il timone, ma si stanno spingendo oltre, a modo loro. Amare conoscere la propria resilienza e intraprendenza. Uscire da dietro gli uomini e affermarsi. "Sono un marinaio anch'io". 

CAM FARRAH 

Cam Farrah Marlow Ropes ambassadorLaureato in Università di Tulane, Cam è una stella nascente nella classe del foiling. Più specificamente, è l'unica donna che gareggia con catamarani di classe A in Nord America e l'attuale campionessa del mondo di classe A femminile e junior (U25). Se ciò non bastasse, è anche skipper della campagna olimpica Nacra 17. Cam è Marlow Ropes US Sailing Ambassador e lavora con noi dal 2022. 

 Quali sono stati i momenti salienti della tua carriera fino ad oggi? 

Ottenendo il terzo posto al Campionato nordamericano di catamarani di classe A 2022 a Burlington, Ontario e diventando campione del mondo femminile e junior (U25) al Campionato mondiale di catamarani di classe A 2022. 

Cosa significa per te essere una donna di successo nel tuo sport?

Essere una donna di successo nella vela significa che posso ispirare altre donne a navigare e posso sostenere e imparare dalle mie amiche concorrenti. Faccio sempre le mie regate senza considerare o tenere conto del sesso dei miei concorrenti, il che mi consente di concentrarmi esclusivamente sulle regate e sull'essere il miglior atleta possibile. 

 Che messaggio hai per le giovani donne che desiderano entrare nella vela competitiva?

Penso che sia molto importante per le giovani donne avere mentori e modelli di comportamento all'interno di questo sport e rivolgersi ad altre veliste per ricevere consigli e supporto. Penso anche che sia importante essere coraggiosi e cogliere ogni opportunità che si presenta per navigare e acquisire esperienza. E, cosa più importante, non lasciarti intimidire sul campo di regata, alla fine alla barca non interessa il tuo sesso, età o background... alla barca interessa solo la fisica e l'abilità. 

 A quali altre veliste ammiri o a cui ti ispiri?

Sono grata di aver avuto un sacco di modelli femminili crescendo. Sally Barkow mi ha ispirato a iniziare a navigare su Foiling A Cats quando avevo 16 anni ed è stata una grande allenatrice e mentore nel corso degli anni. Katie Pettibone è la mia mentore del progetto Magenta ed è stata di grande ispirazione e mi ha davvero guidato nei primi giorni della mia carriera velica. 

HATTIE ROGERS 

Hattie Rogers - Marlow Ropes AmbassadorConosciuto come il volto della generazione del foiling, la vittoria di Hattie al SailGP Gran Finale nel Lezione Waszp è stata esemplare e la sua navigazione a bordo della F50 con Sir Ben Ainslie ha fatto notizia in tutto il mondo. Tutti parlano di Velista dell'anno YJA 2023 che naviga prevalentemente su International Moth (Exocet), WASZP ed ETF26 con l'Athena Pathway. Marlow sostiene Hattie come ambasciatore di vela della classe giovanile Waszp dal 2022. 

Quali sono stati i momenti salienti della tua carriera fino ad oggi? 

La stagione 2022 è stata sicuramente un punto di svolta nella mia carriera velica. Per prima cosa ho vinto la SailGP Inspire WASZP Grand Final Season 2 a San Francisco, per poi unirmi all'Emirates Great Britain SailGP Team a Dubai più avanti nel corso dell'anno, dove ho timonato insieme a Ben Ainslie. Di recente ho concluso il 2022 alla grande ricevendo il premio YJA Yachtsman of the Year e diventando il più giovane di sempre a vincere questo prestigioso trofeo. 

Cosa significa per te essere una donna di successo nel tuo sport? 

Il fatto che le donne saranno al centro dell’attenzione nel prossimo futuroCoppa America nel 2024, insieme alle tradizionali squadre maschili, la dice lunga a favore del nostro sport e del suo impegno a progredire verso l’uguaglianza di genere. Con i miei successi fino ad oggi, il mio obiettivo di timonare una barca di Coppa America per la GBR e l'uso dei social media, so di essere in grado di far luce su questo nuovo percorso e di ispirare, in particolare per le donne. Inoltre, mi piace davvero l’idea di avere le stesse opportunità dei velisti uomini nell’ambiente della vela professionistica e dove regna il rispetto reciproco.  

Che messaggio hai per le ragazze che vogliono entrare nella vela competitiva?

  1. Continua ad amare la tua navigazione, qualunque cosa accada. E' la cosa più importante perché altrimenti che senso avrebbe?
  2. Come dice sempre Daniela Moroz (la 5 volte campionessa mondiale di kitesurf statunitense), “godetevi il processo”. Per raggiungere la vetta non conta solo la vela, ma l'intero pacchetto di stili di vita che include fitness, recupero, alimentazione e mentalità.
  3. Dì SI a ogni opportunità che puoi, non sai mai cosa potrebbe venirne fuori.
  4. Ricorda quanto sei fortunato a praticare questo fantastico sport!
  5. Concediti tempo. A differenza di altri sport in cui la carriera termina intorno ai 20 anni, la vela è un gioco lungo. Ricordo che quando avevo 16 anni partecipavo ai seminari di SportsAid e parlando con gli olimpionici mi dissero “Non c'è fretta. Puoi scegliere di prendere una laurea e poi dedicarti a tempo pieno”, che è esattamente quello che ho fatto. 
  6. Credi nel fatto che puoi competere con i ragazzi ad armi pari e batterli.

A quali altre veliste ammiri o a cui ti ispiri? 

Guardo con ammirazione i velisti che spingono per le pari opportunità per le donne veliste. Senza queste persone non c’è dubbio che le opportunità non ci sarebbero, soprattutto ai massimi livelli. Essere una giovane velista in questo particolare momento è estremamente emozionante dato il percorso che questi individui stanno iniziando a tracciare. 

Hannah Mills è sempre stata un mio modello. Il suo mantra “non è più accettabile essere solo un'atleta” è davvero importante e rispetto enormemente il modo in cui ha utilizzato il suo status e la sua voce per educare, in particolare i bambini, sul tema della sostenibilità in relazione agli oceani. A parte questo, è l’olimpionica di vela di maggior successo di tutti i tempi e sta dedicando molto del suo tempo a tracciare il percorso per i giovani e le veliste con il nuovo Athena Pathway, dimostrando che ci sono altri percorsi nella vela professionale, altro che Olimpiadi.  

SASKIA TIDEY 

Saskia Tidey Marlow Ropes ambassadorRappresentando sia l'Irlanda che la Gran Bretagna nelle regate veliche internazionali, Saskia è una velista campione del mondo, medaglia d'argento 49er FX, che ha rappresentato Irlanda al Olimpiadi del 2016 e più recentemente GB ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Marlow ha lavorato con Saskia come parte del Squadra velica britannica dal 2018.

Quali sono stati i momenti salienti della tua carriera fino ad oggi? 

I momenti salienti della mia carriera sono stati la vittoria di una medaglia d’argento ai Campionati del mondo 49er 2020 e la rappresentanza del team GB ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Cosa significa per te essere una donna di successo nel tuo sport?

Sono molto grato per la meravigliosa carriera che ho avuto finora nella vela internazionale. 

La flotta del 49er FX è piena di donne di talento che lavorano duramente. Sono orgoglioso di rappresentare GBR e Marlow ai vertici della flotta e ispirare il futuro dei velisti britannici a seguire le nostre orme. C'è voluto un enorme lavoro per sfidare i vertici degli spot mondiali, l'apprendimento non si ferma mai.

Che messaggio hai per le giovani donne che desiderano entrare nella vela competitiva? 

Trova un compagno di squadra con cui puoi sorridere. Sii allineato su ciò che vuoi ottenere ogni giorno e non complicare eccessivamente l’apprendimento. Per me era importante trovare una barca con la quale amavo navigare. Anche se ciò significava imparare da zero un’abilità completamente nuova! 

 A quali altre veliste ammiri o a cui ti ispiri? 

Ci sono caratteristiche di alcune veliste da cui sono stata fortemente influenzata. Alcune di queste caratteristiche sono; duro lavoro: spingendo sempre, cercando di non essere amareggiati e mantenendo la concentrazione mentre ci si diverte.  

Sono sempre stato attratto dagli sport di squadra e la navigazione in doppio per me ha soddisfatto questo obiettivo. Mi piace davvero sapere come rendere il tuo compagno di squadra la migliore versione di se stesso rimanendo onesto con la tua stessa presenza. Ho visto molte squadre femminili di successo raggiungere questo obiettivo. È così stimolante.