exxpedition1

MARLOW SUPPORTA IL VIAGGIO "EXXPEDITION INTORNO AL MONDO" CON BLUE OCEAN DOCKLINE

All'inizio di quest'anno Marlow ha supportato l'equipaggio di sole donne "eXXpedition" nella sua missione di navigazione per indagare le cause e le soluzioni all'inquinamento da plastica negli oceani fornendo loro il nostro eco-consapevole Blue Ocean Dockline, realizzato con bottiglie di plastica riciclate 100%. 

Il eXXpedition Viaggio intorno al mondo, salperà da Plymouth, nel Regno Unito, l'8 ottobre 2019 e navigherà attraverso alcuni degli ambienti marini più importanti e diversificati del pianeta. Ciò include l'attraversamento di quattro dei cinque vortici oceanici, dove è noto che la plastica oceanica si accumula, e l'Artico a bordo della nave a vela da 73 piedi SV TravelEdge. 

Sotto la direzione della premiata sostenitrice dell'oceano Emily Penn, 300 donne si uniranno alla nave di ricerca come equipaggio per oltre 30 tappe di viaggio per percorrere più di 38.000 miglia nautiche, studiando microplastiche e sostanze tossiche nel nostro oceano. Oltre a contribuire alla ricerca scientifica all'avanguardia, la missione mira a celebrare le donne nello STEM, nell'esplorazione e nella navigazione creando una potente rete globale di ambasciatrici. Usano quindi la loro esperienza in mare quando tornano sulla terraferma come leader nei rispettivi campi, contribuendo a porre fine al flusso di plastica nel nostro oceano. 

Da quando i piani per la missione sono stati annunciati lo scorso dicembre, quasi 10.000 donne da tutto il mondo hanno presentato domanda per prendere parte al viaggio. I partecipanti hanno un'età compresa tra i 18 ei 57 anni e rappresentano oltre 30 nazionalità. I loro diversi background includono scienziati, leader di comunità, accademici, artisti, registi, donne d'affari, psicologi, medici, attori, attivisti oceanici e professionisti della sostenibilità, e marinai principianti ed esperti. Sono disponibili posti per borse di studio progettati per aumentare la diversità a bordo e massimizzare l'impatto collettivo di eXXpedition. 

La direttrice della missione Emily Penn, co-fondatrice di eXXpedition, ha dichiarato: “Stiamo iniziando il nostro viaggio intorno al mondo con un fantastico equipaggio di donne ispiratrici e alcuni fantastici partner che aiutano a trasformare in realtà il sogno di un progetto così ambizioso. Molte grandi organizzazioni stanno supportando il nostro viaggio e condividono la nostra visione di affrontare la plastica negli oceani attraverso la ricerca scientifica e responsabilizzare i responsabili del cambiamento. Un ringraziamento speciale va ai nostri sponsor Gold Level, TOMRA, una società di produttività globale delle risorse, Travel Edge, un'agenzia di viaggi di lusso leader e il Red Ensign Group, un gruppo di British Shipping Registers. Non vediamo l'ora di approfondire la scienza e la visibilità della plastica oceanica e delle sostanze tossiche e di contribuire alle soluzioni tanto necessarie sulla terraferma ispirando il nostro equipaggio appassionato a collaborare e a prendere lezioni dalle loro comunità".

Il programma scientifico eXXpedition Round the World è guidato dal Dr. Winnie Courtene-Jones, responsabile scientifico di eXXpedition, Università di Plymouth. È stato sviluppato con gli esperti di plastica oceanica, il professor Richard Thompson OBE, capo dell'unità internazionale di ricerca sui rifiuti marini presso l'Università di Plymouth, e la professoressa Jenna Jambeck, professore associato presso il College of Engineering presso l'Università della Georgia, ed è supportato dal eXXpedition Science Advisory Board che comprende un mix di accademici di primo piano e rappresentanti del settore, tra cui il dottor Daniel Schwaab, vicepresidente senior di TOMRA per la strategia dell'economia circolare.

Il programma scientifico condurrà ricerche in mare ea terra. I ricercatori esamineranno la distribuzione globale delle (micro)plastiche, dalle loro fonti sulla terraferma fino alla loro dispersione e accumulazione nell'oceano mondiale. Il programma dovrebbe fornire nuove informazioni sull'estensione e sulle caratteristiche della plastica non solo nelle acque superficiali, ma all'interno della colonna d'acqua superiore e nei sedimenti subtidali di oltre 35 paesi. 

La ricerca condotta durante la missione è stata progettata per promuovere una migliore comprensione della questione della plastica nel suo insieme e per collaborare con l'industria per individuare soluzioni e politiche a livello globale affrontando le lacune di conoscenza e fornendo prove per fornire soluzioni efficaci. 

 

crediti fotografici: eXXpedition, Sophie Dingwall