Working at height

LSK statico: un progetto di compromessi

Working at height

Come molte cose, la progettazione di una corda statica di buona qualità è un esercizio di compromessi. Molti dei requisiti che la fune deve soddisfare sono soddisfatti a spese di un'altra proprietà desiderabile. Per questo motivo, i dati sulle prestazioni pubblicati non raccontano tutta la storia ed è necessario guardare un po' più a fondo il design della corda per capire davvero cosa rende un buon prodotto e perché questi compromessi sono necessari.

Materiali:  Corde statiche sono normalmente realizzati in Poliammide (Nylon) per massimizzare l'energia assorbita in caso di caduta. È possibile utilizzare il poliestere in alcuni modelli, ma le prestazioni dinamiche sono spesso molto scarse. Il nylon ha una capacità ineguagliabile di allungarsi e assorbire una caduta, ma questo ha un prezzo rispetto ad alcune delle sue altre proprietà, in particolare il nylon è igroscopico ed è influenzato dall'acqua. Ciò farà restringere la corda lungo la sua lunghezza e diventare più rigida dopo l'immersione. Alcuni utenti pre-restringeranno le loro corde immergendole e asciugandole prima dell'uso. È possibile realizzare corde con miscele di materiali come coperture in poliestere e anime in Nylon, ma questo deve essere fatto con cautela. Se i nuclei si restringono e la copertura no, lo slittamento della guaina può diventare un problema.

I materiali a basso punto di fusione come il polipropilene non sono ammessi dalla EN 1891. 

I nuclei:  Le norme consentono al progettista una notevole flessibilità rispetto alle anime, che possono essere di qualsiasi dimensione e costruzione. Nella maggior parte dei modelli di funi statiche, i nuclei sono la parte portante principale della fune. Le anime più grandi sono più veloci e quindi più economiche da produrre, ma non offrono lo stesso controllo preciso sul diametro delle anime più piccole. Inoltre, anime più piccole tendono a dare una corda più rotonda, più elastica e meno soggetta a grumi quando si piega.  

I nuclei intrecciati sono normalmente sotto forma di minuscole sottocorde a 3 fili. Come una corda, dovrebbero essere bilanciati e non dovrebbero avere la tendenza a attorcigliarsi o claudicare. È possibile realizzare una corda statica con anime a torsione singola, ma questa corda probabilmente perderebbe prestazioni nel tempo, l'unico ovvio vantaggio di farlo sarebbe il prezzo! Il livello di torsione delle anime è un altro compromesso, poiché le anime altamente intrecciate aiutano le prestazioni di caduta e danno un maggiore allungamento, mentre la torsione inferiore è più forte e ha meno allungamento. La svolta ideale è qualcosa che il designer deve stabilire! Una buona fune avrà un numero uguale (o circa) di anime attorcigliate in entrambe le direzioni, questo assicura che la fune non abbia tendenza a torcersi nel corso della sua vita. 

La copertina:  Per la maggior parte dei modelli di funi statiche, lo scopo della copertura è proteggere l'anima. C'è un equilibrio da raggiungere tra una copertura molto sottile che fornisce una protezione minima ma consente un materiale dell'anima più portante e una copertura protettiva spessa che lascia poco spazio per l'anima. La maggior parte dei modelli di corde statiche optano per una copertura a 16 trecce realizzata su una macchina per intrecciare 32 supporti (questo a volte viene erroneamente chiamato 32 trecce). La stessa macchina può anche realizzare una vera copertura a 32 trecce se i supporti vengono eseguiti in una configurazione diversa. È possibile realizzare una corda con una copertura più spessa e meno supporti, Diablo di Marlow è un esempio di una corda a 24 trecce realizzata su 24 macchine portanti. 40 o 48 macchine portanti possono essere utilizzate per ottenere coperture più sottili.  

Per ottenere la migliore durata dalla fune, i fili di copertura devono essere attorcigliati, ciò assicurerà che eventuali rotture del filamento dovute all'abrasione formino una "peluria" protettiva sulla superficie della fune. Un modo comune per risparmiare denaro in corde economiche è saltare questo processo e utilizzare filati piatti. Una corda come questa può avere le stesse prestazioni sulla carta ma la sua durata sarà notevolmente ridotta.

Prestazione:  Per superare la EN 1891 la fune deve soddisfare 9 parametri testati, spesso questi sono un compromesso, per funzionare bene su un parametro può comportare scarse prestazioni su un altro. Ad esempio, l'allungamento statico da 50 kg a 150 kg deve essere inferiore a 5%, un basso allungamento qui si traduce in una corda a basso allungamento che è efficiente per arrampicarsi, tuttavia può anche comportare un'elevata forza d'impatto e scarse prestazioni dinamiche!

I parametri testati nella EN 1891 sono:

  • Diametro:Misurato a 10 kg di tensione di riferimento, media di 6 misurazioni. Deve avere un diametro compreso tra 8,5 mm e 16 mm.
  • Annodabilità:Deve essere inferiore a 1,2 – Questo è un test per garantire che la corda sia sufficientemente flessibile per essere utilizzata con l'hardware normale e possa essere annodata.
  • Scorrimento della guaina: La misurazione del movimento relativo tra l'anima e la copertura assicura che la copertura non si ammucchi durante l'uso.
  • Allungamento:Misurato da 50 kg a 150 kg di carico: è progettato per simulare i carichi durante la salita della corda. Questa cifra fornisce un'indicazione di quanto sarà elastica la corda in uso. Questo non deve essere superiore a 5%.
  • Rapporto nucleo/copertura: Questo requisito è progettato per garantire che la fune abbia un'anima portante e che la copertura sia sufficientemente spessa per fornire protezione.
  • Forza d'impatto: Picco di carico osservato quando 100 kg (80 kg per il tipo B) vengono fatti cadere con un fattore di caduta di 0,3 (distanza caduta divisa per la lunghezza della fune). Questo non deve superare i 6 kN.
  • Prestazioni dinamiche: La corda deve sopravvivere ad almeno 5 cadute con fattore di caduta 1 con massa di caduta di 100 kg (80 kg per il tipo B).
  • Resistenza statica senza terminazioni: La fune deve avere una resistenza superiore a 22kN (18kN per il tipo B).
  • Resistenza statica con terminazioni: La fune deve avere una resistenza superiore a 15 kN (12 kN per il tipo B), questa prova viene eseguita con un nodo di fig 8 poiché le corde verrebbero tipicamente utilizzate. Se una fune viene fornita con altre terminazioni come cucite o giuntate, questo è il requisito di resistenza.

Oltre a questi vengono testati anche i seguenti, ma non è richiesto il superamento.

  • restringimento:Fornisce un'indicazione di quanto una corda si restringerà durante il servizio.
  • Messa: La massa della fune viene misurata alla tensione di riferimento.
     

Sarebbe spesso possibile per il progettista della fune ottimizzare il design della fune per ottenere prestazioni migliori in una o nell'altra di queste proprietà, ma ciò andrà a scapito di altre proprietà desiderabili. Parte dell'abilità sta nel raggiungere il giusto equilibrio al giusto prezzo. Ciò include fattori nascosti che non compaiono nelle figure come la "sensazione" della corda, la durata della corda e la sua compatibilità con altri hardware.  

Le cifre pubblicate possono raccontare solo una parte della storia……

Per ulteriori informazioni sulla gamma di corde Access leader di Marlow, fare clic qui.

I nostri abbonamenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome(Necessario)
Nome(Necessario)